Le Camminate narranti

E' un'attività non particolarmente nuova, propone il camminare insieme raccontando qualcosa di sè o riflettendo sulle cose del mondo. 

Non si deve arrivare da nessuna parte e ci si può muovere senza fretta.

E' su sentieri o carreggiate o anche stradine asfaltate, comunque tra prati, boschi, colline, borgate.

Possono essere camminate tematiche proponendo di scambiare i vissuti relativi ad es ai sentimenti (gioia, malinconia, tristezza, serenità, amore ....) oppure dedicate a condizioni della vita (l'estate, l'autunno, il cambiamento, l'incontro...) ma anche libere raccontando ciò che il passeggiare insieme nella natura sollecita.

Non si deve narrare obbligatoriamente, lo fa chi vuole, nè si deve ascoltare per forza

Importante è il principio di libertà e responsabilità : se non voglio non faccio ma lascio fare.

Ottimi partecipanti sono infatti le persone in silenzioso ascolto perchè non c'è buon narratore senza buon ascoltatore

Ci si avvicina un po’ a sé attraversando un territorio, si torna un po' a casa

Alcune camminate propongono l'incontro con chi abita quel territorio e si ascolta la loro storia

Non occorre essere allenati, se occorre ci si aspetta ogni tanto


Dove si svolgono le camminate

Di norma si svolgono in Appenino Reggiano nel territorio del Querciolese (Viano, Casina, Vezzano sul Crostolo)

ma anche in altri luoghi dove incontrare persone e le loro storie  (Bergogno, Canossa, Castelnovo Monti, Valbona, il Frignano nel Modenese,  ...)


Immagini delle ultime camminate